Desideri preparare una grappa dalle spiccate proprietà digestive, dal gusto amaro e deciso, ideale alla fine di un pasto? La grappa alla genziana è ciò che fa per te. Grazie a questa guida potrai produrla in casa con estrema facilità, e certamente te ne innamorerai.

Occorrente
1 litro di grappa di vinaccia
25 grammi di radice essiccata di genziana

Per prima cosa devi procurarti una bottiglia di grappa di vinaccia. Ne esistono molte in commercio, bada solo, naturalmente, che non si tratti di una grappa già aromatizzata.
Prendi poi 20-25 grammi di radice di genziana essiccata e riducila in piccoli pezzi. In questo modo, una volta inserita nella grappa, rilascerà il suo aroma.

Versa la grappa in un vaso di vetro ed unisci la radice così come spezzettata precedentemente. A questo punto chiudi il vaso ermeticamente e lascia riposare 8-10 giorni alla luce diretta.
Trascorso questo lasso di tempo, sposta il vaso in un ambiente buio.
Prima di effettuare quest’ultima operazione, se lo ritieni opportuno, puoi unire al tutto uno o due cucchiaini di miele e mescolare energicamente (questo solo se reputi il gusto della genziana troppo amaro, ma ti assicuro che non è necessario).

Attendi all’incirca un paio di mesi, dopodiché filtra la grappa con un colino ed imbottigliala aiutandoti con un imbuto.
La procedura di filtraggio è consigliata, ma non indispensabile.
Avrai a questo punto a disposizione un’ottima grappa digestiva dallo spiccato e caratteristico gusto amaro, pronta per chiudere i tuoi pasti e regalarti piacevoli sensazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *