Sono dei fiori molto decorativi che possono raggiungere dimensioni anche pari a due metri di altezza se coltivati in campi aperti. Tutti conoscono la loro caratteristica di rivolgere le faccine al sole e osservare questi movimenti, è sempre un bel vedere!

Coltivare questi simpatici fiorelloni è molto semplice e gratificante senza contare che il solo guardarli infonde un senso di serenita’ e allegria. Potrai facilmente decorare il tuo balcone o giardino con pochissimi sforzi e un minimo investimento. Ricorda,pero’ che se piantati in vaso otterrai dei fiori di dimensioni piu’ ridotte.

Per iniziare la tua coltivazione di girasoli dovrai recarti presso un negozio che vende animaletti. NO! Non sto scherzando. Infatti i roditori come i cricetini o gli scoiattolini sono molto ghiotti di semini di girasole e su questi semini basano la loro dieta. Una volta comprati non ti resta che piantarli.

Potrai effettuare questa operazione in primavera. Prendi un vaso molto largo e profondo circa venti centimetri e spargi i semini, anche casualmente, coprendoli con un sottile strato di terriccio. Annaffia regolarmente e tienilo in un posto ben soleggiato. Dopo circa tre settimane comincerai a veder spuntare le piantine.

Quando queste avranno raggiunto le dimensioni di circa venti centimetri di altezza procedi a invasarle in vasetti piu’ profondi e continua a innaffiare almeno ogni due giorni. Infatti questa piantina se non ben irrorata assume subito un aspetto avvizzito. Esegui l’innaffiatura nelle ore serali o in quelle mattutine per evitare uno stress termico alle radici.