Ecco di seguito un semplice gioco con le carte da proporre ai vostri ospiti o ai vostri amici. Basta solo un mazzo di carte e da quattro a sei giocatori. Per il resto, leggete la guida e buon divertimento.

Questo gioco richiede un po’ di intuizione e di memoria. Il mazziere distribuisce a una a una tutte le carte ai giocatori. Non ha importanza se uno dei giocatori, alla fine, avrà una carta in più. Lo scopo del gioco è, formare delle famiglie di carte, ovvero gruppetti di quattro carte dello stesso valore. Per questo, i giocatori potranno chiedere agli avversari a una a una le carte necessarie a completare tutte le famiglie.

Naturalmente, è meglio chiedere le carte quando già si hanno due o tre carte uguali. Il giocatore alla sinistra del mazziere fa la prima richiesta. Se per esempio ha il 7 di quadri e il 7 di picche, chiede al suo avversario se ha ill 7 di cuori. Se egli ce l’ha, lo consegnerà e chi l’ha richiesta il quale potrà continuare con le richieste allo stesso a un altro giocatore.

Se il giocatore al quale è stato chiesto il 7 di cuori, non ce l’ha, dirà semplicemente “no” e toccherà a lui fare le richieste ai giocatori. Ovviamente all’inizio del gioco, non è facile sapere chi ha le carte, di conseguenza è importante ricordare le domande fatte e a chi sono state fatte. Quando il giocatore forma le famiglie, le mette coperte davanti a sé.

Quando tutte le famiglie sono concluse e i giocatori non hanno più carte in mano, l’ultimo giocatore che ha fatto la famiglia ha il diritto di continuare il gioco. Sulla base di ciò che ricorda chiederà a uno dei giocatori per esempio: “Hai la famiglia dei 7?”. Se l’avversario dice di si, continuerà il gioco, altrimenti lascerà il diritto all’avversario. Vincerà chi riesce a togliere tutte le famiglie agli avversari.